World Poker Tour di Barcellona 2013

17 aprile 2013 da Anna

Nuovo ed entusiasmante capitolo del World Poker Tour, che dopo la tappa di Venezia che vi abbiamo raccontato nei precedenti articoli, si trasferisce in Spagna, a Barcellona, per far emozionare anche i giocatori e gli appassionati spagnoli, ma non solo. Come Venezia, anche la tappa di Barcellona è una tappa molto amata dai giocatori di tutto il mondo, che si sono quindi presentati assai numerosi all’evento.

Dopo il day 1A e 1B i giocatori rimasti in gara sono stati 148, partiti da 249. Vi era la possibilità di re entry al day 1B e alcuni l’hanno sfruttata, più o meno bene. Come per esempio Giacomo Fundarò, che eliminato dal day 1A ha deciso di ritentare al day 1B, ma che ha subito la stessa sorte.

Altra delusione per gli italiani è stata l’eliminazione abbastanza veloce di Max Pescatori, che non ha nemmeno riprovato a partecipare al day 1B, forse anche perché lo attendeva un evento speciale il lunedì successivo.

Dopo i primi due giorni di gioco, dunque, i migliori 10 sono stati i seguenti:

1: Fernandez Sergio 170600
2: Sekularac Ognjen 143400
3: Bevand Manuel 141200
4: Berntsen Simon 121500
5: Hot Besim 121500
6: Vandersmissen Kevin 120200
7: Rodov Igor 117000
8: Kostandoff David 112900
9: Berende Paul 108800
10: Testud Paul 106500

Mancano i grandi nomi, ma non di certo le emozioni! Il chip leader è un giocatore spagnolo, che si è qualificato grazie ad un satellite online e che è solito giocare principalmente a cash game.

Al day 2, poi, questa classifica viene del tutto stravolta, con l’uscita di scena di alcuni giocatori e l’ascesa di altri. Anaras Alekberovas, giocatore lituano protagonista di una serie di eccellenti giocate, riesce a fine giornata a diventare il chip leader. Escono anche tanti grandi. Tra gli italiani, è da sottolineare la presenza al decimo posto generale di Carmelo Placenti. Poco distante da lui c’è anche Francesco de Luca.

Al day 3, però le cose cambiano in peggio per gli italiani. Entrambi, infatti, vengono eliminati dalla gara. Entrambi i giocatori italiani rimasti fino a fine giornata, però, vanno almeno a premio: 24° posto per Carmelo Placenti e 14° posto per Francesco de Luca.

Lo spagnolo Sergio Fernandez torna in testa alla classifica, dopo aver perso il dominio durante il day 2. Le speranze di tutta la Spagna del poker sono affidate proprio a lui, oltre a qualche altro esponente come Alvaro Ballestreros, Bruno Garcia e Mario Sanchez.

Purtroppo, però, proprio Ballestreros non ce l’ha fatta per un soffio ad arrivare al final table, che ha visto comunque altri due giocatori spagnoli qualificati, il solito Fernandez, il più accreditato tra i giocatori spagnoli sin dall’inizio, insieme a Bruno Garcia.

Alla fine il final table era così composto:

1: Chanracy Khun (Canada) con 2,393,000 chip
2: Benjamin Pollak (Francia) con 1,899,000 chip
3: Tahiri Hassani Najib (Marocco) con 1,636,000 chip
4: Bruno Garcia Cotelo (Spagna) con 722,000 chip
5: Sergio Fernandez (Spagna) con 548,000 chip
6: Antonio Alfaia (Portogallo) con 273,000 chip

Tutto il tavolo finale è stato dominato dal suo chip leader, il canadese Chanracy Khun, che nonostante la giovane età, appena 22 anni, è riuscito in un’impresa storica: ha vinto il World Poker Tour di Barcellona, eliminando in prima persona tutti gli altri partecipanti al final table. Non capita spesso di vedere un solo giocatore eliminare tutti gli avversari e questo è stato uno di questo molto rari casi. Nonostante la sua netta superiorità, questo final table è stato segnato da un’altra particolarità: la prima eliminazione, ad opera di Chanracy Khun appunto, è avvenuta solo dopo tre ore dall’inizio della gara!
Di solito la prima eliminazione è un po’ più rapida, ma evidentemente questo final table non ne voleva proprio sapere di essere ordinario!

Tra l’altro, i primi due eliminati sono stati proprio i due giocatori spagnoli, Fernandez e Garcia Cotelo, su cui erano riposte le speranze della Spagna. Purtroppo si sono dovuti accontentare in casa rispettivamente di un sesto e di un quinto posto.

Ecco per voi la classifica finale di questo emozionante World Poker Tour, compresi i montepremi che ha incassato ogni giocatore.

1- Chanracy Khun con 200.000 €
2- Benjamin Pollak con 126.000 €
3- Antonio Alfaia con 83.000 €
4- Tahiri Hassani Najib con 62.000 €
5- Bruno Garcia Cotelo con 46.000 €
6- Sergio Fernandez con 37.000 €