Ultime trattative tra Full Tilt Poker e PokerStars?

12 maggio 2012 da Claudio

Tra Full Tilt Poker e PokerStars sembra essere arrivata la resa dei conti definitiva, poiché in questi giorni alcuni dei rappresentanti delle due poker room si sono recativi negli Stati Uniti per siglare un probabile accordo per concludere la vendita della poker room di Full Tilt Poker. Vendita, che per essere conclusa deve ottenere il consenso da parte del dipartimento di giustizia Americano.

Fin dai primi giorni di maggio, si sono rincorse in tutto il world wide web, una serie di notizie che davano ormai per imminente la fine delle trattative per la vendita della poker room. I legali delle due parti, ormai dovrebbero avere concluso di pianificare tutti i dettagli per rimettere in attività la poker room di Full Tilt Poker.

Dopo più di due giorni dall’incontro, non sono stati rilasciati comunicati stampa o notizie che accertano la conclusione delle trattative tra le due società. La mancanza di notizie certe, e il silenzio stampa che PokerStars sta mantenendo non possono farci pensare a una conclusione delle trattative, ma molte persone stanno interpretando questo silenzio come una conclusione positiva tra le due parti.

Dopo tutte le vicende che sono avvenute nel periodo del Black Friday, questa conclusione potrebbe riuscire a dare ai tanti giocatori che hanno dei fondi bloccati la possibilità di rivedere finalmente sbloccati i loro soldi. Chi purtroppo sta subendo la decisione del Dipartimento di Giustizia americano, di chiudere la poker room di Full Tilt Poker e di bloccare tutti i conti correnti a essa legati, non potrà che essere contento di vedersi concludere questa irritante situazione.

La poker room della picca rossa, per avere il benestare del Dipartimento di Giustizia Americano dovrà pagare la somma di 750 milioni di dollari, somma necessaria per risarcire i debiti della poker room verso i giocatori USA. La complessità dell’operazione in corso, che vede coinvolte un ingente numero di aziende e di contravvenzioni a esse associate; vedrà la conclusione solo dopo che i giudici del Dipartimento di Giustizia Americano avranno rilasciato il loro parere positivo.

Il ritorno in attività di Full Tilt Poker, grazie alla sua diretta concorrente PokerStars, per molte persone potrebbe sembrare uno scherzo o una burla, ma dopo tutto potrebbe essere una soluzione che porterebbe a tutte le persone coinvolte nella vicenda la possibilità di riuscire a tornare alla normalità. Il termine delle vicende legate al Black Friday, porteranno facilmente a una nuova era per il gioco del poker online. Una era in cui nessun giocatore avrà paura di giocare in una poker room come Full Tilt Poker o PokerStars.