The Venetian Game – Christmas Edition

11 gennaio 2014 da Anna

Sul finire dell’anno 2013, prima di mandare tutti a casa a brindare tra panettoni e fuochi d’artificio, Full Tilt Poker ha nuovamente promosso un evento che, ormai, è entrato a fare parte dei tornei da non perdere. Stiamo parlando di The Venetian Game, giunto alla sua quinta edizione natalizia. Dal 27 al 30 dicembre 2013, infatti, Venezia ha accolto giocatori di poker da tutta Italia per l’ultimo torneo dell’anno.
Il buy in per partecipare all’evento lo rende accessibile ad un alto numero di giocatori: solo 200 € per partecipare a uno dei quattro day 1 in programma, oltre ad avere anche la possibilità di re entry e di stack choice. In teoria, avendo un buy in così basso, converrebbe partecipare al maggior numero di day 1, in modo da poter poi scegliere lo stack migliore, a meno che il primo giorno non si riveli incredibile…in questo caso, si potranno risparmiare un po’ di soldi, avendo comunque la certezza di essere qualificati per il day 2.

I day 1 A e 1 B sono partiti molto bene. Il primo giorno ha registrato 160 partecipanti, mentre al secondo sono stati 189. Come detto, il buy in basso rende questo torneo perfetto per professionisti e appassionati di tutti i tipi e questa caratteristica si vede ovviamente molto bene dal numero di ingressi.

La classifica, alla fine del day 1 B, ha visto al comando Andrea Billio, con 362,000 chip, seguito da Giovanni Deriu, chip leader del day 1 A con 336,500 chip. Al terzo posto Sergio Lisi con 320,000 chip.

Il day 1 C, poi, è partito con altri 170 giocatori ai tavoli, che sono diventati addirittura 245 al day 1 D: un successo incredibile. In più, bisogna sottolineare che non tutti i player che avrebbero voluto sedersi ai tavoli ce l’hanno poi fatta. Al day 1 D, infatti, si è dovuta creare una lista d’attesa, dato l’altissimo numero di giocatori che avevano richiesto l’iscrizione.

In testa alle ultime due giornate di apertura c’era Bruno Paier, con 398,000 chip, somma che gli ha valso la leadership del day 1 D. A seguirlo c’era Antonio Barone, con 337,000 chip. Al terzo posto il chip leader del day 1 C, Giuliano Bugatti con 283,000 chip.

Il day 2 è iniziato con 267 player in gioco e una sola certezza: solo 72 posizioni a premio. Anche se in apparenza la strada sembrava molto lunga, non ci è voluto molto in realtà: a fine giornata solo 15 giocatori erano ancora in gioco. Una giornata incredibilmente dura per i giocatori di The Venetian Game.

Ecco alcuni degli eliminati: Nicole Noroc, Enrico Mosca, Marco Vispi, Marcello Montagner e Marco Foschini, uomo bolla del torneo.

Ecco i 15 rimasti in gara a fine giornata:

1. Raffo Luca con 3.955.000 chip
2. Wang Jun Jie con 3.820.000 chip
3. Antrone Damiano Giorgio con 2.820.000 chip
4. Viezzi Giancarlo con 2.705.000 chip
5. De Chiara Fernando con 2.230.000 chip
6. Consales Enrico con 2.110.000 chip
7. Spiandorello Giuseppe con 1.975.000 chip
8. Travaglini Marco con 1.755.000 chip
9. Mariotti Mirko con 1.685.000 chip
10. D’urzo Mario con 1.650.000 chip
11. Fabbrini Marco con 1.540.000 chip
12. Arrigoni Carlo con 1.260.000 chip
13. Barone Antonio con 1.150.000 chip
14. Zago Davide con 1.020.000 chip
15. Santini Francesco con 815.000 chip

Protagonista della prima parte dell’ultima giornata di gioco è stato Giuseppe Spiandorello, che ha eliminato molti giocatori tra cui Marco Fabbrini, unico pro ancora in gioco.

Il tavolo finale ha visto gli ultimi 10 player combattere per un primo premio di 25,000 €. Spiandorello è poi uscito in 8° posizione, aprendo la strada ad un nuovo protagonista: Mario D’Urzo. Mario era praticamente spacciato, vicinissimo all’uscita con appena 3 big blind rimasti, ma la fortuna ha deciso che questo sarebbe stato il suo torneo: poco prima della catastrofe, infatti, è riuscito a riprendersi, eliminando direttamente diversi avversari e andando poi a vincere l’evento.

Ecco la classifica del tavolo finale di The Venetian Game – Christmas Edition 2013:

1. Mario D’urzo con 25.543 €
2. Fernando De Chiara con 16.900 €
3. Giancarlo Viezzi con 11.800 €
4. Francesco Santini con 8.800 €
5. Luca Raffo con 6.630 €
6. Jun Jie Wang con 5.030 €
7.Carlo Arrigoni con 3.750 €
8. Giuseppe Spiandorello con 2.530 €
9. Damiano Giorgio Antrone con 1.920 €
10. Marco Travaglini con 1.470 €