Saper scegliere il tavolo giusto

9 novembre 2012 da Anna

Se abbiamo deciso di iniziare una bella partita di poker, dopo aver trovato la poker room giusta, aver imparato bene le regole e aver messo da parte qualche soldino, dobbiamo essere in grado di fare un’ulteriore scelta: bisogna saper scegliere il tavolo giusto al quale sedersi. Non tutti i tavoli sono uguali e nemmeno tutti i giocatori lo sono. Esiste sempre un tavolo migliore di un altro che permette di dare il meglio di se e di aumentare di molto le possibilità di riuscire ad andare a premio. Questa situazione è vera sia per quanto riguarda il poker dal vivo, quello giocato ad esempio nei casinò, che per il gioco del poker online. In entrambi i casi, quindi, bisogna prestare molta attenzione alla scelta del tavolo ma anche del posto. Il gioco del poker è fatto di tanti dettagli e questo non è altro che un altro piccolo dettaglio al quale prestare attenzione per raggiungere il proprio obiettivo: vincere.

Consigli per scegliere il giusto tavolo

Per scegliere il tavolo più adatto al nostro livello di gioco, si possono seguire alcuni consigli, che riguardano vari aspetti del gioco.

Il primo da prendere in considerazione ha a che fare con la nostra capacità di gioco. Sia che siamo giocatori molto esperti o appena principianti, prima di sederci ad un tavolo dobbiamo domandarci che tipo di giocatori vorremmo avere come avversari. Può sembrare una domanda dalla risposta scontata, ovvero è ovvio che vorremmo giocatori meno bravi di noi. Tuttavia, ai fini di migliorare il proprio gioco e aumentare le proprie competenze, potremmo anche decidere di scegliere un tavolo i cui giocatori sono migliori di noi. In questo modo, per vincere dovremmo davvero impegnarci e di sicuro impareremmo qualcosa di nuovo. Per tornare al nostro consiglio, però, se dobbiamo scegliere un tavolo con lo scopo di vincere il piatto, è meglio trovarne uno dove i giocatori sono più scarsi di noi, o al massimo al nostro livello. In questo modo le chance di batterli aumenterebbero e noi riusciremmo a raggiungere il nostro obiettivo.

Un altro aspetto da verificare subito prima di sedersi al tavolo, reale o virtuale che sia, è quello che riguarda i bui. Livelli di buio troppo bassi potrebbero risultare noiosi per un giocatore molto esperto. Potrebbe perdere interesse per il gioco e commettere passi falsi. Anche se si tratta di poco denaro, non è mai accettabile perdere, soprattutto per la propria autostima. Allo stesso modo, un giocatore poco esperto potrebbe trovarsi in seria difficoltà giocando con bui troppo alti, potrebbe anche fare fatica a coprire la puntate. Meglio quindi scegliere un tavolo che preveda bui adatti al nostro gioco, non troppo alti ne troppo bassi.

Una volta individuato un tavolo con i giocatori giusti e i bui che ci permettono di stare sereni, dobbiamo saper scegliere il posto. Per farlo, possiamo seguire i preziosissimi consigli di un mito del poker, Doyle Brunson. Brunson, da esperto giocatore quale è, ha affermato che “ il denaro che vinceremo arriverà dalla nostra destra, mentre quello che perderemo andrà alla nostra sinistra”. Seguendo questa preziosa osservazione, ne deduciamo che l’ideale sarebbe sedersi alla sinistra del giocatore che ha più chip, perché sarà in teoria anche colui che sarà portato a fare puntate più alte. Allo stesso tempo però, bisognerebbe avere alla propria sinistra un giocatore facile da leggere, per poter prevedere con una certa accuratezza le sue mosse e saper rispondere in fretta.
Scegliere un posto non è affatto una cosa facile!

Se, nonostante tutti gli accorgimenti che abbiamo preso per scegliere il tavolo, ci troviamo in una situazione difficile dalla quale fatichiamo ad uscire, bisogna sempre ricordare una regola di base: un bravo giocatore di poker deve saper abbandonare il gioco. Sembra facile, ma solo i giocatori più freddi sanno lasciare il gioco senza farsi prendere dalla voglia di riscattare la propria posizione. In certi casi, la voglia di rivincita può davvero rovinare un giocatore. Sapersi arrendere è, in quei casi, l’arma migliore, ma non la più semplice da usare. Saper riconoscere ed accettare i propri limiti è difficile in tutti gli aspetti della vita, e lo è anche per quanto riguarda il poker.

Infine, un ultimo consiglio per giocare al meglio, in ogni situazione, riguarda la gestione del bankroll. Saper gestire bene il proprio bankroll permetterà di sapersi destreggiare il qualunque situazione ci porti il gioco. La gestione del bankroll è fondamentale nella scelta dei bui: non avrebbe senso infatti sedersi ad un tavolo i cui bui sono talmente alti da mettere in crisi il nostro bankroll. Meglio scegliere un tavolo che ci permetta di giocare in maniera agiata e rilassata, rimanendo ben dentro al nostro bankroll.