Qualche news dal poker online

18 luglio 2013 da Anna

Piccola pausa dalle World Series of Poker, che comunque stanno volgendo al fine a Las Vegas, per dedicarci a due faccende legate al mondo del poker online.

La prima è quella che riguarda in maniera diretta alcuni giocatori italiani, ovvero la chiusura di uno dei siti autorizzati AAMS per il gioco del poker online, glaming.it
La seconda tratta invece le vicende, sempre molto interessanti, anche se non ci coinvolgono direttamente, di Poker Stars negli Stati Uniti.

22 luglio 2013: Glaming chiude

Sicuramente, c’è chi alla notizia si è disperato, qualcuno dispiaciuto, ma di certo nessuno è rimasto indifferente. La notizia che una delle maggiori poker room online italiane ha deciso di chiudere i battenti è infatti una di quelle notizie di cui si parlerà per un bel po’ di tempo. L’avviso da parte del gruppo di cui è proprietà glaming.it, è arrivata il 3 luglio 2013. Con un comunicato stampa, infatti, il Consiglio di Amministrazione ha annunciato agli utenti che il sito cesserà la sua attività a partire dal 22 luglio 2013.

Il primo passo è stato quello della rinuncia alla licenza ottenuta dalla AAMS, che cesserà di essere valida dal 22 luglio. Successivamente, Glaming provvederà a saldare tutti i conti aperti, con clienti, fornitori, ma anche con gli utenti stessi, fino a terminare del tutto la propria attività.

La chiusura di questa poker room è da imputare alla difficile situazione del poker online in Italia, che sebbene sia piuttosto movimentato come settore, è anche un settore in cui l’offerta è altissima, la concorrenza durissima ed era inevitabile che prima o poi una delle poker room italiane decidesse di farsi da parte, perché, come si dice, il gioco non valeva più la candela. Glaming.it è stata la prima poker room a arrivare a questa drastica soluzione, ma forse non sarà nemmeno l’ultima.

Inoltre, come fa sapere il gruppo che possiede Glaming, ovvero Mondadori, l’azienda ha deciso di focalizzare la sua attenzione su altre attività in corso, per “recuperare redditività delle aree di business a maggior valore aggiunto.” Insomma, come a dire, concentrasi sul salvataggio di Glaming non valeva proprio la pena…

Ovviamente, gli utenti del sito, sono tutelati. Nessuno rischia di perdere in un colpo solo il denaro depositato o vinto sulla poker room.

A partire dal giorno successivo al comunicato, ovvero dal 4 luglio, non è più stato possibile creare nuovi account su glaming.it, questo per evitare che nuovi utenti ignari della situazione vi si trovassero poi coinvolti. Inoltre, gli utenti che possedevano già un account aperto, non hanno più potuto effettuare dei depositi.
Il gioco, tuttavia, resterà attivo fino alla data stabilità per la cessazione della licenza, ovvero il 22 luglio. A partire da allora, poi, sarà solo possibile prelevare dal proprio conto, seguendo ovviamente le regole e le istruzioni fornite in maniera chiara e semplice sul sito.

Pertanto, gli utenti hanno ancora qualche giorno a disposizione per giocare su Glaming e tutto il tempo necessario per ritirare il denaro che hanno vinto o che ancora vinceranno.

Poker Stars e il gioco online negli Usa: una vicenda infinita!

Torniamo su un argomento di cui abbiamo già abbondantemente discusso in passato, perché ci sono delle interessanti novità che potrebbero cambiare le carte in tavola, per dirla restando in tema pokeristico.

Poker Stars sta cercando da tempo di trovare il modo di entrare nel mercato online più grande del mondo, quello degli Stati Uniti, che si sta riaprendo poco a poco.
Finalmente, dopo vari bastoni tra le ruote e varie delusioni, sembra che la data dello sbarco, o per meglio dire del ritorno di Poker Stars sugli schermi dei giocatori americani, sia ormai solo questione di giorni.

La regina delle poker room online, infatti, è riuscita a concludere un accordo molto interessante con una catena americana di casinò, la Resort Casino Hotel, che possiede casinò ad Atlantic City, Margaritaville e Montville.

In pratica, in questo modo, Poker Stars non ha più bisogno di comprare un casinò per entrare nel poker online del New Jersey, ma vi entrerà come partner del Resort Casino Hotel. L’ultimo passo è quello dell’autorizzazione della Gambling Commission, che non dovrebbe essere un grosso problema: ottenuta questa, il gioco è fatto.