PokerStars Carribean Adventure 2013

19 gennaio 2013 da Anna

Reduce da un successo enorme dell’edizione dell’anno precedente, il PokerStars Carribean Adventure si ripresenta nel 2013 più esplosivo che mai.
Siamo ormai al 10 anno consecutivo in cui PokerStars vola ai Caraibi per organizzare uno degli eventi più in della stagione. E come sempre, il PCA apre di fatto il nuovo anno degli eventi internazionali, collocandosi sempre all’inizio di gennaio. Quest’anno, Il PokerStars Carribean Adventure si è giocato dal 5 al 14 gennaio e ha visto trionfare grandi campioni tra cui Vanessa Selbst, Dimitar Danchev e Scott Seiver, solo negli eventi più importanti.

Per chi non lo sapesse, bisogna ricordare che il PokerStars Carribean Adventure fa parte dell’European Poker Tour organizzato da PokerStars. Forse si tratta di una delle tappe più prestigiose, dove si presentano anche tantissimi pro americani.
Da diverse edizioni, il PCA si tiene presso l’Atlantis Casinò and Resort di Paradise Island. Una curiosità per affezionati: la prima edizione, non si tenne sulla terraferma, ma su una nave da crociera, precisamente la Royal Carribean Voyager of the Seas. Correva l’anno 2004 e il PokerStars Carribean Adventure non faceva ancora parte dell’European Poker Tour, ma del World Poker Tour, sempre firmato da PokerStars. Al Main Event trionfò il mitico Gus Hansen. Dal 2005, poi, il PCA si trasferì sulla terra, presso la stessa location che conserva ancora oggi. Gli iscritti al torneo sono aumentati di anno in anno. E non c’è solo posto per i grandi campioni. Proprio lo scorso anno, infatti, il vincitore del Main Event fu un giocatore non professionista proveniente dagli Stati Uniti, che ha vinto la strabiliante somma di 1,775,000 $.

Ma torniamo al presente e vediamo cosa è successo alla PokerStars Carribean Adventure 2013!

Il Main Event

Come ogni torneo che si rispetti, esiste un Main Event che è l’evento più importante del torneo, quello che incorona il campione. Quest’anno questo onore è toccato a Dimitar Danchev, un giocatore proveniente dalla Bulgaria che ha vinto ben 1,859,000 $ in un colpo solo. Dimitar Danchev non era il favorito del Final Table: Jerry Wong era cheap leader con grande vantaggio sugli altri e ad un certo punto la vittoria appariva ormai sua. Dopo poche mani, infatti, sono iniziate le prime eliminazioni, riducendo il numero di pretendenti al titolo in poco tempo. Basta poco però, perché Wong perda la supremazia durata dall’inizio e venga addirittura eliminato. Sono rimasti così solo Danchev e Joe Micka a contendersi la vittoria. Danchev è sempre in svantaggio, ma una serie di mosse intelligenti gli consentono prima di recuperare terreno e poi di superare Micka, che alla fine si deve arrendere alla forza dirompente di Danchev, cedendo a lui la vittoria.

Non solo Main Event

Ma il Main Event, benché sia il torneo più prestigioso del PCA, non è il solo a interessare molto gli appassionati. Ci sono infatti altri due eventi molto seguiti, l’High Roller e il Super High Roller, entrambi con buy in da urlo. Per partecipare all’High Roller servono infatti ben 25,000 $, che diventano addirittura 100,000 $ per il Super High Roller. Insomma, si tratta proprio di due eventi riservati a professionisti o a persone davvero molto ricche.

Partiamo con l’High Roller, dove quest’anno ha trionfato una donna, Vanessa Selbst, che con questa vittoria diventa la donna che ha vinto di più in assoluto (in termini economici). Vanessa ha aggiunto alle sue vittorie ben 1,400,000 $, che l’hanno portata al traguardo dei 7 milioni di dollari vinti fino ad oggi. Al Final Table Vanessa ha battuto giocatori del calibro di Shaun Deeb, Micah Raskin e Tobias Reinkemeier.

Il Super High Roller è uno degli eventi più cari di tutti i tornei mondiali, perchè richiede un buy in che è davvero alla portata di pochi. Quest’anno, questo esclusivo torneo se lo è aggiudicato Scott Seiver, vincendo un montepremi che supera i due milioni di dollari.

Sono servite molte mani, più di 200, per battere tutti i partecipanti al Final Table, ma alla fine la vittoria è stata sua e anche il suo ultimo sfidante, che era David Sands, si è dovuto arrendere, nonostante fosse partito come cheap leader e favorito per la vittoria. Con questa vittoria, Seiver, supera i 5 milioni di dollari vinti nella sua carriera.

Appuntamento allora al prossimo anno per vivere altre intense e “caraibiche” emozioni!