L’European Poker Tour di Deauville

16 febbraio 2013 da Anna

Nuova tappa per l’European Poker Tour: si sono aperti i giochi a Deauville, in Francia, dove ad attendere i giocatori provenienti non solo dall’Europa ma anche dal resto del mondo ci sono ben 48 eventi. Ovviamente, dato che la tappa è giocata in Francia, c’è una netta superiorità numerica dei giocatori francesi. La tappa di Deauville è inserita nell’European Poker Tour da diverse stagioni e si tiene presso il Casinò Barriere di Deauville, una piccola città del nord della Francia, che si affaccia sul canale della Manica.

L’affluenza all’evento è sempre stata altissima e anche quest’anno si sono registrate cifre interessanti. Al day 1A del Main Event hanno partecipato 307 giocatori, di cui circa una metà erano francesi (151, di cui 75 sono riusciti con merito a passare alla fase successiva). Al day 1B, invece, sono stati come di consueto di più, 475. In totale, quindi, 782 giocatori si sono iscritti all’European Poker Tour di Deauville. Una cifra tutto sommata alta, considerando il buy in non alla portata di tutti: occorrevano infatti più di 5000 € per entrare al Casinò Barriere. Tuttavia, bisogna registrare un calo di presenze rispetto agli anni precedenti, quando si sono presentati più di un centinaio di giocatori in più.

Per le statistiche, è importante rilevare anche la nazionalità dei giocatori. I padroni di casa erano di gran lunga il gruppo più grande, con 385 presenze, che significa che i francesi erano il 49% dei giocatori presenti. Sono arrivati a Deauville anche molti tedeschi, inglesi e russi. Gli italiani erano pochi, solo 7 il primo giorno, (di cui 5 classificati per continuare la corsa) e sempre 7 il secondo giorno, ma in questo caso solo 2 si sono classificati. Fuori I grandi nomi, ovvero Rocco Palumbo, Dario Minieri, Mario Adinolfi e Filippo Candio, mentre sono rimasti in gara Salvatore Bonavena e Sergio Castelluccio, solo per citare alcuni nomi.

Il final table del Main Event

Veniamo ora a vedere nel dettaglio cosa è successo nel final table. Diciamo fin da subito che l’Italia è stata la grande delusa della competizione, quando i suoi ultimi due giocatori, ovvero Salvatore Bonavena e Massimo di Cicco sono stati eliminati prima di arrivarci. Sui due azzurri erano puntate le speranze del poker italiano, dopo che alcuni dei grandi nomi del poker erano stati eliminati ancora prima, durante le primissime giornate. Alla fine, Bonavena deve dire addio al sogno di fare un bis, dopo l’Europen Poker Tour vinto a Praga, si classifica 48° e vince 13,500 €. Per Di Cicco ci sono ancora speranze, ma poi anche lui viene eliminato alla fine del day 4 in 25° posizione, vincendo comunque 19,000 €.

Per i francesi, invece, è festa alla fine del day 4, con ben 5 giocatori nei primi 5 posti:

1- Cyril Andre France: 2.108.000
2- Remi Castaignon France: 1.997.000
3- Hugo Pingray France: 1.864.000
4- Aurelien Guiglini France: 1.671.000
5- Matthieu Herve France: 1.194.000

Alla fine, per la Francia, sono arrivati al final table solo Castaignon e Kalfon, ma sarà più che sufficiente per portare a casa un titolo.

Una particolarità di questo final table: ben tre giocatori erano libanesi, tra cui il più esperto era Walid Bou Habib, che ha dato filo da torcere al chip leader, nonché futuro campione, Remi Castaignon. Il vantaggio di Remi, lo ha portato a fare una partita tutto sommato facile: aveva da solo il 40% di tutte le chip in gioco! Certo, ha dovuto mantenere un gran sangue freddo e la massima concentrazione per non perdere, ma alla fine è riuscito a portare a casa il primo premio, lui che non è nemmeno un giocatore professionista. Forse però, 770,000 € gli faranno decidere di dedicare più tempo al poker!

Remi è il secondo francese a vincere una tappa dell’EPT quest’anno, dopo quella vinta a San Remo da Ludovic Lacay. In tutto, così, la Francia più vantare ben 8 titolo all’Europen Poker Tour, arrivando quarta dietro a Stati Uniti, Inghilterra e Germania.

Eccovi dunque la classifica finale dell’EPT di Deauville del 2013:

1- Remi Castaignon (Francia) con 770.000 €
2- Walid Bou Habib (Libano) con 475.000 €
3- Robert Romeo (Belgio) con 275.000 €
4- Enrico Rudelitz (Germania) con 215.000 €
5- Franck Kalfon (Francia) con 165.000 €
6- Joseph El Khoury (Libano) con 125.000 €
7- Noel Gaens (Belgio) 87.800 €
8- Jeffrey Hakim (Libano) con 60.000 €