Il World Poker Tour a Los Angeles: WPT L.A Poker Classic 2013

18 marzo 2013 da Anna

Già il titolo la dice lunga: la tappa del World Poker Tour di Los Angeles è una delle tappe storiche del tour, per cui si può davvero parlare di “Poker Classic”. Qui si presentano tutti i grandi giocatori di poker del mondo, perchè una tappa di questo livello non è assolutamente da lasciarsi scappare!

Certo, non è un evento per tutti: oltre al fatto che viene frequentata da gradi campioni e quindi il livello di gioco è davvero molto alto, per partecipare alla L.A. Poker Classic sono necessari ben 10,000 $. Bisogna poi considerare però che il montepremi è di 5 milioni di dollari e quindi l’alto buy in è ampiamente giustificato.

In questa edizione del 2013 si sono presentati 517 giocatori al day 1, ma alla fine del day 2 sono potuti arrivare solo 162 di loro. La selezione è durissima, ma d’altra parte stiamo parlando del maggior tour di poker al mondo e di una delle sue tappe più dure e importanti.

Ovviemente, questa dura selezione ha coinvolto anche molti grandissimi, che nonostante il loro indiscusso talento e la loro esperienza si sono dovuti arrendere proprio alla fine del day 2. Fanno parte di questo gruppo personalità come Phil Hellmuth e Mike Matusow.

Altri big sono arrivati un po’ più avanti, ma hanno comunque dovuto arrestare la propria corsa prima della fine. Sono stati eliminati al day 4 personaggi come Jennifer Harman, che comunque va a premio arrivando in 21° posizione: per lei poco più di 43 mila dollari. Joe Hachem si è dovuto arrender ancora prima, in 33° posizione, vincendo comunque quasi 30 mila dollari. Altro nome importante è quello di Jessy Sylva, runner up del main event delle ultime World Series of Poker, che è uscito in 26° posizione con 34,250 $.

Il final table

Dopo tutte queste eliminazioni di prestigio e dopo 5 giornate di gioco, si è arrivati alla composizione del tavolo finale, che vi riportiamo qui di seguito:

1- Paul Volpe con 4,195,000 chip
2- Paul Klann con 3,375,000 chip
3- Daniel Fuhs con 3,280,000 chip
4- David Fong con 2,295,000 chip
5- Jesse Yaginuma con 1,235,000 chip
6- Toby Lewis con 1,125,000 chip

La prima eliminazione dal tavolo finale dell’evento è stata quella di Toby Lewis, che era anche il giocatore con più titoli, avendo vinto nel 2010 l’European Poker Tour di Villamura. Ma si sa, nel poker i titoli contano il giusto, ogni partita ha una storia a se e Daniel Fush ha saputo eliminare un giocatore molto forte.

Dopo questa prima eliminazione si inizia ad intravedere un possibile vincitore: Paul Volpe dimostra tutto il suo talento, raddoppiando il numero delle sue chip ai danni di Daniel Fush ed eliminando anche il 5° giocatore, Jesse Yaginuma. A questo punto Paul Vole ha molte più chip del suo omonimo Klann, che sembra vivere molto passivamente la gara.

Ma si sa, il vero campione esce dall’ombra quando me lo si aspetta, così come ha fatto Paul Klann in questo final table del World Poker Tour di Los Angeles.
Rimasti in gare solo i due Paul, Klann e Volpe, il primo assesta un paio di colpi durissimi, tanto che nel giro di poche mani Volpe è quasi costretto ad andare in all in e regalare la vittoria a Klann, che si porta a casa più di un milione di dollari.
Eccovi la classifica finale di questo emozionante finale table:

1°: Paul Klann con 1,004,090 $
2°: Paul Volpe con 651,170 $
3°: Jesse Yaginuma con 429,810 $
4°: Daniel Fuhs con 316,650 $
5°: David Fong con 236,250 $
6°: Toby Lewis con193,560 $

Con questa vittoria Paul Klann, pro canadese, fa un grande passo avanti nella classifica di Player of the Year 2013, superando anche Vanessa Selbst e ritrovandosi in un colpo solo al terzo posto. Uno degli ultimi piazzamenti di Paul Klann era stato l’8 posto al World Poker Tour di Las Vegas dello scorso anno. Questa è la sua prima vittoria dal vivo importante in carriera.