Il Poker in Televisione

12 novembre 2012 da Anna

La grande diffusione del poker in tutto il mondo e la conseguente popolarità che ne deriva, ha spinto ad interessarsi a questo gioco anche settori in apparenza molto poco legati al poker, come ad esempio il mondo delle trasmissioni televisive. Da quando il poker è diventato un vero e proprio sport, seguito da milioni di appassionati, infatti, le emittenti televisive di tutto il mondo hanno capito che si poteva puntare su questo gioco per aumentare i propri telespettatori.

Le moderne tecnologie utilizzate dai produttori delle trasmissioni permettono al telespettatore di avere una chiara panoramica su tutto quello che avviene sul tavolo da gioco. Oltre alle telecamere che inquadrano i giocatori e il tavolo, infatti, sono state posizionate delle speciali telecamere sotto al tavolo, in corrispondenza di ogni giocatore. In questo modo, il telespettatore da casa può vedere chiaramente tutte le carte private dei giocatori.

Poter osservare una partita di poker avendo sott’occhio tutti questi dettagli è molto utile. Si può imparare davvero tanto osservando le scelte strategiche di grandi campioni. Inoltre, il fatto di avere sotto controllo tutte le fasi del gioco lo rende dinamico ed avvincente anche il telespettatore, comodamente seduto nella poltrona della propria casa.

Insomma, guardare una partita di poker in tv diventa davvero come guardare un qualunque altro sport, una partita di calcio o di basket ad esempio.

Se è vero che le emittenti televisive si sono avvicinate al mondo del poker perché ne hanno intuito le potenzialità, è anche vero che la televisione sta contribuendo a far crescere enormemente la popolarità di questo gioco, anche presso un pubblico che non ha mai preso in mano una carta in vita sua. Con la nascita delle trasmissioni a tema, infatti, si è messo in moto un circolo virtuoso, che sta aumentando sempre più la diffusione del poker sportivo.

Le trasmissioni dedicate al poker si possono dividere in due grandi categorie. La prima è quella che comprende veri e propri show televisivi dedicati al poker, mentre nella seconda rientrano le riprese dei grandi eventi sportivi, come le World Series of Poker.

Gli show televisivi sul poker

Quella degli show televisivi è una novità introdotta negli Stati Uniti. Si tratta di veri e propri show, dove i protagonisti indiscussi sono i grandi campioni di poker. Nella maggior parte dei casi si tratta di tornei di poker dove i giocatori si sfidano per vincere il titolo della stagione. Grazie a questi show, i giocatori diventano subito popolari presso il pubblico, cosa che non era affatto possibile per i campioni di tanti anni fa. Vi è un altro aspetto da considerare: i giocatori di poker che partecipano a questi show si trovano catapultati nel mondo dello show business e questo può influire notevolmente sul loro gioco. Può capitare, per esempio, che la strategia e la tecnica vengano messe in disparte, a vantaggio della spettacolarità del gioco. Si sa che le telecamere hanno un effetto particolare sulle persone e i giocatori di poker non ne sono immuni.

Per quanto riguarda l’Italia, gli show in stile americano non sono ancora così diffusi. Vengono trasmessi invece i grandi tornei internazionali, come il World Poker Tour.

Gli eventi sportivi in tv

La seconda categoria di show televisivi è quella che in cui rientrano gli eventi sportivi dal vivo e trasmessi in tv in diretta o in differita.

A fare da apripista a questa categoria di trasmissioni sono state le World series of Poker, che essendo il maggior evento di poker al mondo è anche quello che ha attirato per primo l’interesse delle emittenti televisive. La prima in assoluto ad aver compreso il potenziale del poker in televisione è stata l’emittente americana ESPN, nel lontano 1973, quando sia il poker che le stesse World Series of Poker non godevano affatto della popolarità di cui godono oggi. Le cose sono cambiate negli anni, tanto che a partire dall’edizione delle WSOP del 2008, la ESPN ha addirittura avuto l’ultima parola sulla programmazione del Main Event. Fino all’edizione del 2007, infatti, il Main Event si teneva negli stessi giorni di tutti gli altri eventi. Dal 2008, invece, il final table del Main Event è stato spostato a diversi mesi più tardi rispetto agli altri eventi. Il motivo? Di solito, il Main Event veniva “sprecato” in agosto, quando i telespettatori preferiscono fare due passi all’aperto piuttosto che stare davanti alla tv. Spostandolo invece in pieno autunno, gli ascolti sono saliti vertiginosamente. In più, tra luglio, quando normalmente si svolgono le WSOP e ottobre – novembre, quando si conclude il final table, vengono trasmessi continui approfondimenti sui November Nine, i nove che si sfideranno per il titolo, per far cresce l’attesa e l’interesse.

Nel nostro paese, la prima trasmissione sul poker è stata PokerMania, su Italia1. Qui, un grande campione italiano come Luca Pagano, commenta i passaggi più emozionanti di alcune delle tappe del World Poker Tour.