Il gioco del poker online sta subendo un calo?

18 maggio 2012 da Claudio

Con l’arrivo delle belle giornate, e il sopraggiungere dell’estate il gioco del poker online sta vedendo diminuire il numero dei giocatori presenti all’interno delle sue sale da gioco. Si può parlare di crisi?

Nei primi quindici giorni di maggio, le sale da gioco delle più famose poker room del mondo ci sono sembrate meno affollate del normale, e questa nostra sensazione è stata confermata dai dati rilasciati dalle poker room di tutto il mondo. Dopo un Aprile in continua crescita, che aveva visto aumentare considerevolmente il numero, e gli introiti che i giocatori utilizzavano nelle varie poker room italiane, in questi giorni le stesse hanno subito un calo che si è calcolato essere di circa l’8,2%.

Poker room come PokerStars, che hanno appena finito di festeggiare il raggiungimento di 80 miliardi di mani giocate; hanno visto diminuire drasticamente il traffico all’interno delle proprie sale, un calo calcolato all’incirca nel 15%. La diminuzione dell’affluenza nelle poker room a livello internazionale di oltre 8 punti percentuali, secondo gli analisti del settore è dovuto all’inizio della stagione estiva.

Le belle giornate, e con loro la possibilità di tornare a prendere il sole sulle spiagge nelle località turistiche di tutta l’Italia stanno portando sempre più giocatori a dimenticarsi del poker online, a favore di attività all’aria aperta come il trekking e il nordic walking.

In questo momento così importante per il poker online, con il sopraggiungere dell’apertura della proposta spagnola per il poker online regolamentato, questo dato risulta essere alquanto preoccupante. Dal 1 giugno 2012, i siti di poker online che vogliono operare sul territorio iberico dovranno fare richiesta di una regolare licenza per il gioco, in mancanza di questa licenza il sito della poker room sarà oscurato e impedirà ai giocatori spagnoli di usufruire dei servizi della poker room sprovvista della licenza di gioco per il mercato spagnolo.

Se mettiamo a confronto i dati di traffico del poker online internazionale del 2011, notiamo che il calo è ancora più alto, cosa che potrebbe non stupire se pensiamo che una poker room del calibro di Full Tilt Poker in questo periodo aveva appena visto chiudere le sue sale da gioco, arrecando un danno sostanzioso alla credibilità e alla fiducia nel gioco del poker online.

Con l’arrivo della stagione estiva, un numero sempre più considerevole di giocatori sceglie di passare più tempo all’aria aperta, per godersi il sopraggiungere delle prime giornate estive. Proprio per questo, secondo il nostro parere, il poker online nelle prossime settimane tornerà ad incrementare il traffico dei giocatori che si divertono sui tavoli da gioco di una delle tante poker room disponibili per i giocatori italiani.