European Poker Tour di Praga

5 gennaio 2014 da Anna

Nuova avventura a Praga per l’European Poker Tour, una tappa molto amata da i giocatori di tutta Europa e dagli Italiani in particolare: è stato proprio qui che qualche anno fa un certo Salvatore Bonavena è riuscito a conquistare per primo un titolo europeo.

Ancora forti di questa vittoria, i giocatori italiani si sono recati in massa a Praga, nella speranza di bissare le gesta di Bonavena. Vediamo allora come sono andate le cose all’European Poker Tour di Praga 2013.

Day 1 A e 1 B, si parte con il botto

Sono stati 385 i giocatori che si sono presentati a Praga per il day 1 A di questa nuova tappa dell’European Poker Tour. Tra questi, il migliore degli italiani, è stato Paolo Compagno, che è però considerato come svizzero, arrivato decimo a fine giornata e qualificatosi così per il day 2. Ecco la top five della giornata:

1. Tiberu Florian Georgescu con 191.100 chip
2. Ari Engel con 172.800 chip
3. Ronny Voth con 166.400 chip
4. Sebastian Saffari con 162.000 chip
5. Simon Mattsson con 141.400 chip

Il day 1 B ha poi registrato un incredibile numero di iscritti, ben 609. Una giornata ricca di emozioni e sorprese, come la presenza di due November Nine nella top ten di fine giornata, ovvero Amir Lehavot e Sylvain Loosli. In più, ben 36 italiani erano presenti a questa seconda giornata di gioco, non male anche se paragonati ai russi e ai tedeschi, i nostri sono davvero pochi!

Ecco la top five di fine giornata:
1. Amir Lehavot con 239.300 chip
2. Sigurd Eskeland con 184.600 chip
3. Kirill Shugai con 169.100 chip
4. Ori Hasson con 157.600 chip
5. Bernard Latouff con 156.000 chip

Day 2, crollo degli azzurri

Il day due si rivela poi una pessima giornata per gli azzurri, che perdono diversi elementi. Partivano in 25 al day 2 per arrivare appena 7 tra i 189 superstiti. Di questi, solo 151 sono stati premiati dunque la strada era ancora lunga e irta di ostacoli. A guidare i sette italiani ancora in gara alla fine del day 2 c’era Andrea Benelli in 14° posizione con 363.500 chip, seguito da Dario Sammartino al 26° posto con 278.100. Più lontano, in 71° posizione c’era Marcello Miniucchi con 156.800 chip, seguito da Marco Leonzio con 124.700 chip, 98esimo. Lo svizzero Paolo Compagno è scivolato al 141° posto con 87.400 chip, seguito da Filippo Lazzaretto al 154°posto con 68.500 per finire con Pasquale Braco al 165° con 59.500 chip.

Ecco la top five alla fine del day 2:
1. Walid Bou Habib (Libano) con 509.000 chip
2. Jonathan Little (USA) con 471.000 chip
3. Ka Kwan Lau (Spagna) con 440.000 chip
4. Szabolcs Mayer (Ungaria) con 428.200 chip
5. Julian Track (Germania) con 428.000 chip

Battute finali di gioco

La gara è andata avanti veloce. Concluso il day 3, restavano appena 61 player in gioco per il day 4, di cui solo Marcello Miniucchi e Andrea Benelli a portare avanti i colori azzurri. Per gli altri italiani, comunque, la soddisfazione di essere riusciti ad arrivare a premio. Eccovi le loro posizioni con il relativo premio:

68°. Paolo Compagno con 13.200 €
70°. Dario Sammartino con 13.200 €
114°. Marco Leonzio con 9.900 €
123°. Pasquale Braco con 9.000 €
138°. Filippo Lazzaretto con 9.000 €

Ottima giornata per la Germania, con tre palyer in top five:

1. Ludovic Lacay (Francia) con 1.700.000 chip
2. Julian Track (Germania) con 1.187.000 chip
3. Lasell King (Germania) con 1.075.000 chip
4. Ole Schemion (Germania) con 1.030.000 chip
5. Ihar Soika (Bielorussia) con 957.000 chip

Il day 4, poi vede la fine di ogni speranza italiana, con l’eliminazione di Andrea Benelli al 54° posto e di Marcello Miniucchi al 44°. Al day 5, finalmente, si è costituito il tavolo finale, ricco di campioni e di talento, eccolo:

Seat 1: Jorma Nuutinen (Finlandia) con 975.000 chip
Seat 2: Stephen Chidwick (Regno Unito) con 4.935.000 chip
Seat 3: Ole Schemion (Germania) con 2.400.000 chip
Seat 4: Georgios Sotiropoulos (Grecia) con 4.320.000 chip
Seat 5: Julian Track (Germania) con 7.240.000 chip
Seat 6: Ka Kwan Lau (Spagna) con 2.995.000 chip
Seat 7: Zdravko Duvnjak (Croazia) con 1.225.000 chip
Seat 8: Max Silver (Regno Unito) con 5.935.000 chip

L’alta qualità dei palyer al tavolo finale ha fatto si che ci sia voluto parecchio tempo per arrivare ad un epilogo della gara. Alla fine, l’ha spuntata il tedesco Julian Track, battendo il greco Sotiropoulos e l’inglese Chidwick. Ecco la classifica finale, comprensiva dei premi vinti dai giocatori al final table:

1. Julian Track con 725.700 € (deal)
2. Georgios Sotiropoulos con 700.000 € (deal)
3. Stephen Chidwick con 378.000 €
4. Ka Kwan Lau con 283.800 €
5. Ole Schemion con 218.300 €
6. Max Silver con 160.200 €
7. Zdravko Duvnjak con 118.200 €
8. Jorma Nuutinen con 84.600 €