Bernard Tapie e soci sono ancora interessati a Full Tilt Poker

1 marzo 2012 da t1admin

Dopo una serie quasi incessante di voci, che prima smentivano e poi davano quasi per conclusa la vendita di Full Tilt Poker, sembra che sia calato un velo di silenzio sul gruppo di Bernard Tapie e il celebre casinò online. Nelle ultime settimane, l’acquisizione di Full Tilt Poker, ha subito un totale arresto, o così si è pensato fino ad adesso.

In questi giorni, alcune voci fanno sembrare che qualche cosa si sta muovendo, facendoci pensare a un’imminente apertura delle sale di Full Tilt Poker. A differenza di tutte le notizie apparse negli scorsi mesi, quando presunte “fonti anonime” dichiaravano che la chiusura della vendita era imminente. Ora, una serie di prove circostanziali, portano a dedurre che l’apertura di Full Tilt Poker non sia proprio così lontana.

Pocket King, azienda legata al gruppo Full Tilt, ha pubblicato una richiesta di assunzione per 14 persone sul sito jobs.ie, la cui mansione dovrebbe essere quella di addetti al Servizio Clienti.

In Irlanda, Laurent Tapie e Prosper Jérémy Masquelier hanno costituito una nuova società, la New Full Tilt Limited, con un capitale di avviamento di 1 milione di Euro. L’esatta natura dei servizi di questa nuova società non sono del tutto chiari, ma la società è registrata come una società di consulenza software e fornitura di servizi.

Orinic, azienda sussidiaria di Full Tilt Poker che deteneva la licenza di gioco rilasciata dall’Aldernay Gambling Control Commission (AGCC), che dopo le vicende del “Black Friday” aveva ricevuto una sospensione di 6 mesi, ora ha fatti regolare richiesta per ripristinare la sua licenza. Con la riattivazione della licenza, e la sistemazione dei procedimenti legali che coinvolgono la poker room, non dovrebbero esserci altri problemi, che impediscono la riapertura ufficiale di Full Tilt Poker.

Oltre a queste notizie, che già da sole potrebbero indicare un’imminente apertura di Full Tilt Poker, secondo PokerFuse.com martedì 10 aprile, le poker room di Full Tilt Poker erano online. Molti utenti hanno anche affermato che il loro software è stato aggiornato, e che il sito ufficiale di Full Tilt Poker è stato online per qualche ora. Cosa che non era mai avvenuta dal 29 giugno 2011, il giorno in cui è stata chiusa la poker room.

Questa serie di notizie, e di rumori sull’imminente apertura di Full Tilt Poker non hanno avuto nessuna conferma ufficiale. Né da parte del gruppo Tapie, ne dai rappresentanti della poker room. Le speranze di migliaia di giocatori, che hanno dei fondi congelati nelle casse di Full Tilt Poker ogni giorno aumentano, in attesa di vedere finalmente operativa e funzionante questa poker room. Vedremo se l’arrivo della stagione estiva ci porterà un buon motivo per rimanere in casa, invece che andare in spiaggia a rilassarci sotto i raggi del sole.